Stampa  
Codice:  
Course code:
68001
Anno accademico:
Academic year:
2007-2008
Titolo del corso:
Course title:
Diritto delle migrazioni e cooperazione internazionale
Law of migration and international co-operation
Modulo:  
Module:
Unico
Docente 1:
Teacher 1:
Scevi Paola
Ruolo Docente 1:
Teacher 1:
Ricercatori Universitari
Modalità 1:
Type 1:
Convenzionale
Settore scientifico-disciplinare:
Reference sector:
SPS/09 Sociologia dei processi economici e del lavoro
Anno di corso:
Year of degree course:
primo
First
Facoltà:
Faculty:
Scienze Umanistiche
Modalità di frequenza:
Type:
Non obbligatoria
Semestre:
Semester:
2
Sottoperiodo:
Sub period:
Numero totale di crediti:
Total credits:
10.0
Carico di lavoro
Workload
Attività frontale:
Lectures:
60.0
Esercitazioni:
Applied activities:
0.0
Studio individuale:
Individual work:
190.0
Attività didattica a piccoli gruppi:
Group work:
0.0
Seminari:
Seminars:
0.0
Laboratori:
Laboratories:
0.0
TOTALE (voci sopra-elencate):
TOTAL:
250.0
Ore di lezione settimanali:
6.0
Prerequisiti:
Prerequisites:
Obiettivi formativi:
Educational goals:
Il fenomeno migratorio ha innescato dinamiche sociali che rendono centrale la questione del diritto, come strumento per avviare il cammino dell’integrazione nel segno della legalità e nel rispetto dei diritti delle persone in movimento. Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti normativi, dottrinari e giurisprudenziali necessari per il divenire di una società multietnica.
The phenomenon of migration has give rise to social dynamics that raise the key question of law as a means of stimulating the process of integration in regard to legality and with respect to the rights of people on the move. The course aims to give students the normative, doctrinal and jurisprudenial skills necessary for the growth of a multi-ethnic society.
Contenuto del corso:
Course contents:
Il fenomeno migratorio ha in sé due profili apparentemente opposti che coesistono come parti della stessa realtà. Da un lato c’è l’aspetto della pressione migratoria, causata dai profondi squilibri di crescita e benessere che contraddistinguono il nostro pianeta, del relativo contenimento, della disciplina dei flussi e del contrasto dell’immigrazione illegale. L’altro profilo è quello delle migrazioni come risorsa per l’economia, in uno scenario che vede la popolazione invecchiare, la forza lavoro diminuire, i sistemi di welfare in crisi. Diventa allora di importanza strategica anticipare questi cambiamenti. L'Unione europea e i suoi Stati membri sono chiamati ad adoperarsi per attuare una sistematica cooperazione con i Paesi terzi di origine e di transito, per affrontare le cause profonde dell'immigrazione creando una collaborazione con i Paesi in via di sviluppo basata su un autentico dialogo. La cooperazione allo sviluppo è uno strumento necessario per combattere le cause profonde dei flussi migratori, ancorché strumento complementare e non sostitutivo delle politiche di integrazione e di migrazione legale dell'Unione europea. Dopo aver esaminato tali fondamenti della materia il corso approfondisce il diritto d’asilo, i delitti di favoreggiamento delle migrazioni illegali e la disciplina degli allontanamenti, la programmazione dei flussi di ingresso e la disciplina del lavoro, il diritto all’unità familiare e la tutela dei minori, le politiche di integrazione nonché la tutela contro le discriminazioni, anche con l’esame della giurisprudenza in materia.
The phenomenon of migration has in itself two seeminly opposed characteristics that co-exist as part of the same reality. On the one hand, there is the appearance of migratory pressures caused by profound imbalances of growth and prosperity that distinguish our planet, by relative containment, by the containmen regulation of flows and by conflict with illegal immigration. On the other hand, migration appears as a resource for the economy, in a situation where there is an ageing population, a shrinking workforce, and a welfare system in crisis. It becomes strategically important to anticipate these changes. The European Union and its member states are called upon to work to implement a systematic co-operation with third countries of origin and transit, to tackle the root causes of immigration, forging a partnership with developing countries based on genuine dialogue. Co-operation over development is a tool necessary for combatting the root causes of migration flows, but is nevertheless a complement of and not a replacement for the European Union's policies on integration and legal migration. After considering these fundamentals, the course will move to consider asylum, the crimes of aiding and abetting illegal migration, the enforcement of removals , the control of entry flows and the regulation of work, the right to family unity and the protection of minors, policies on integratioin and protection against descrimination, as well as the examination of the jurisprudence in the subject matter.
Testo di riferimento 1:
Course text 1:
P. Scevi, DIRITTO, IMMIGRAZIONE E LAVORO. LE POLITICHE MIGRATORIE. I PROFILI NORMATIVI E PROCEDURALI, Casa Editrice La Tribuna, Piacenza, 2006. (pagine/pages: 445)
Testo di riferimento 2:
Course text 2:
Per i non frequentanti inoltre: P. Scevi, MANUALE DI DIRITTO DELLE MIGRAZIONI, Casa Editrice La Tribuna, Piacenza, 2003. (pagine/pages: 350)
Metodi didattici:
Teaching activities:
lezioni frontali
Lectures
Struttura della verifica del profitto:
Assessment:
orale
oral
Descrizione verifica del profitto:
L'esame prevede una prova orale finale.
The exam consists of a final oral test.
Lingua di insegnamento:
Teaching language:
italiano
Italian
Altre informazioni:
Other information:
SOTTOPERIODI: III - IV
Sub-periods: III-IV
 
Stampa